La registrazione del dominio è in attesa. Controlla di nuovo tra un'ora
Pubblicato il giorno 21 giu 2021

iQdB Casa editrice i Quaderni del Bardo di Stefano Donno Editore

Il nuovo libro di Mario Contino è un viaggio nell'Oltre. In un contesto particolare, come quello del XXI secolo, dove accanto a posizioni scettiche legate a un’imperante secolarizzazione, resta viva la speranza che la morte non sia la fine di tutto, l’idea di riprendere e approfondire il tema della morte, in questo lavoro fatto da Mario Contino, diventa non solo prezioso, ma addirittura coraggioso. Un percorso graduale e fatto nei dovuti modi che partendo dal naturale approccio scientifico alla morte, si immerge progressivamente nell’incantevole e prezioso mondo della tradizione, un mondo spesso denso di verità più di quanto noi stessi possiamo immaginare...

Estratto dalla prefazione del Prof. Lamanna Cosimo

Quando mesi fa Mario mi chiese di scrivere una postfazione in merito al suo ultimo saggio, a dire il vero, credevo stesse scherzando. Sì, la morte è un tema che non sempre viene affrontato con leggerezza, in quanto spesso assume dei connotati negativi per chi ci pensa. Qualcosa di triste, qualcosa di doloroso. Una perdita. Morte che sottintende sofferenza. “La morte umanizzata” si apre con un riferimento necessario al tema della morte dal punto di vista puramente fisiologico e biologico: il corpo esanime si raffredda, si irrigidisce, il sangue ristagna e successivamente comincia a decomporsi. Tutto è destinato a terminare per poi rinascere nuovamente in un ciclo infinito...

Estratto dalla potfazione della Dott.ssa Carbonara Pierangela
Richiedi preventivo
Messaggio inviato. Ti risponderemo a breve.